Reparto

La branca Esploratori e Guide si rivolge ai ragazzi ed alle ragazze di età compresa tra gli 11/12 ed i 16 anni, si propone di favorire la realizzazione di una identità solida capace di entrare in relazione con gli altri ed ha come elemento centrale della proposta educativa l'avventura.
I ragazzi e le ragazze si riuniscono in unità chiamate reparto. Il reparto è formato da squadriglie di 6/8 componenti dello stesso sesso e di età diverse, esse sono il primo luogo di crescita dei ragazzi.

Le squadriglie prendono nomi di animali secondo la tradizione espressa da Baden-Powell in "Scoutismo per Ragazzi. Al loro interno il più grande aiuta il più piccolo e ne ha la responsabilità, cominciando così a sperimentare quel senso di Servizio verso il prossimo che svilupperà meglio nella branca R/S.
Tutte le competenze e le conoscenze delle tecniche scout, delle abitudini, delle regole comportamentali vengono trasferite attraverso l’esperienza dal più grande al più piccolo attraverso il “trapasso di nozioni”.
È la squadriglia, quindi, il nucleo fondamentale del reparto, all'interno della quale i ragazzi vivono la maggior parte delle attività: uscite (solitamente con pernottamento e a cadenza mensile), campi invernali ed estivi, imprese, missioni.

I più grandi fanno parte spesso dell' Alta Squadriglia, una struttura nata per soddisfare necessità dei più grandi del reparto che spesso differiscono da quelle dei più piccoli.

Il Reparto nel suo insieme ha due strutture fondamentali per garantire il protagonismo dei ragazzi:
* Consiglio della Legge: è l'assemblea plenaria del Reparto. Si tratta di uno strumento di progettazione e verifica delle attività.
* Consiglio Capi: formato dai capi reparto, i capi squadriglia e dall'assistente ecclesiastico. È l'organo di gestione della vita del reparto. In questa sede i ragazzi (capi squadriglia e quindi i più esperti della comunità) insieme ai loro capi prendono le decisioni, programmano, osservano e verificano regolarmente l'andamento del reparto. È uno strumento che serve a prendere coscienza della propria responsabilità di cose e persone; e contemporaneamente aiuta i ragazzi più grandi a prepararsi per la Salita al Noviziato (ovvero il passaggio alla Branca R/S).

È compito dei Capi Reparto garantire durante l'anno un clima di Impresa permanente: significa che le imprese devono susseguirsi senza tempi morti.

La Branca E/G ha come patrono San Giorgio, scelto dal fondatore B.P. e comune a tutti gli scout del Mondo.

LA LEGGE SCOUT Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4
La Legge è un breve decalogo di atteggiamenti interiori e di valori morali che danno una direzione al ragazzo, proposti in chiave positiva per accentuarne la percorribilità:
"La Guida e lo Scout:
1.  pongono il loro onore nel meritare fiducia;
2.  sono leali;
3.  si rendono utili e aiutano gli altri;
4.  sono amici di tutti e fratelli di ogni altra Guida e Scout;
5.  sono cortesi;
6.  amano e rispettano la natura;
7.  sanno obbedire;
8.  sorridono e cantano anche nelle difficoltà;
9.  sono laboriosi ed economi;
10. sono puri di pensieri, parole e azioni".

 

PROMESSA SCOUT
"Con l'aiuto di Dio prometto sul mio onore di fare del mio meglio:
- per compiere il mio dovere verso Dio e verso il mio Paese;
- per aiutare gli altri in ogni circostanza;
- per osservare la Legge scout".

IL MOTTO
Il motto degli Esploratori e delle Guide è "Estote parati - sii preparato". E' importante perchè richiama alla responsabilità ad aiutare gli altri, alla competenza

LA BUONA AZIONE
"Buona Azione" è un termine per ricordare agli Esploratori ed alle Guide l'impegno, preso con la Promessa, di aiutare gli altri in ogni circostanza e quindi saper cogliere le occasioni adatte per farlo ogni giorno. Questo termine aiuta a pensare a tale impegno in maniera da sviluppare la creatività, da saper afferrare il momento per fare una gradita sorpresa a qualcuno, da non aspettarsi ricompensa.