Campo Invernale di reparto 2012

Una nuova Hogwarts

Una nuova avventura si è aperta per i nostri esploratori e le nostre guide; incredibile ma vero stavolta si sono ritrovati nei panni di piccoli maghi e piccole streghe, tutti studenti della scuola di magia più famosa del mondo. La loro missione? Salvare il loro compagno Harry dalle grinfie del crudele Sir V…… (colui che non può essere nominato). 

Facendo tesoro del motto “estote parati” i nostri ragazzi hanno prontamente risposto alla chiamata del giovane Potter, caricando i loro zaini di fantasia e voglia di giocare e sono partiti alla volta di Hogwarts che, per l’occasione, è stata spostata sull’altura di Montecassino.

Hanno imparato nuove tecniche di particolari magie: topografia, per non perdersi nella caccia all’azimut nella foresta proibita, animazione per divertirsi insieme nella sala comune del castello, pronto soccorso per essere pronti a intervenire quando un altro mago rimane ferito in uno scontro….. hanno sperimentato il lavoro di squadra; per la prima volta infatti  i componenti delle 4 case , formate da pochi mesi, si sono ritrovati  a convivere per qualche giorno e hanno scoperto cosa vuol dire davvero la parola magica “squadriglia”. 

L’avventura è stata ricca di sorprese, pensate che addirittura i maghi sono stati svegliati nel cuore della notte per ritrovare Harry che era stato rapito; nonostante il sonno e la paura di avventurarsi di notte nella foresta proibita hanno dimostrato coraggio e sono riusciti a ritrovarlo e riportarlo al castello. 

In quei giorni il freddo ha stretto nella sua morsa la scuola di magia, ma i nostri ragazzi hanno saputo scaldare le giornate e le serate con il loro entusiasmo e la loro voglia di mettersi in gioco.

L’avventura si è conclusa nel migliore dei modi: ad Hogwarts sono arrivati i maghi più piccoli, fratellini e sorelline, e i maghi ormai grandi, rover e scolte, anche loro impegnati in altre avventure invernali.  Abbiamo festeggiato tutti insieme, anche con i genitori, babbani , maghi e streghe, la buona riuscita dei nostri campi, mostrando orgogliosi le foto di ciò che abbiamo vissuto e pregando insieme in una intensa e sentita celebrazione tutta in stile scout.

Ah, quasi dimenticavo…. Beh, tutti i maghi e le streghe sono stati bravi e coraggiosi, ma una delle 4 case si è particolarmente distinta per stile e lavoro di squadra, così che i professori della scuola di magia hanno voluto premiarla con la Fiamma che porterà con onore per tutto l’anno; complimenti alle nostre care Aquile, e anche a tutti glia altri….che dire? Arrivederci alla prossima avventura…!!!

Marco F.