E' tempo di autofinanziamenti

Autofinanziamento di clan .. per realizzare un altro sogno

... “C’è un giovanotto, un certo Rowan, che si dice sia capace di fare qualunque cosa gli si chieda. Perché non metterlo alla prova?” Così si mandò a chiamare questo Rowan, e quando venne, il Presidente gli  spiegò perché lo aveva fatto chiamare, e mettendogli la lettera in  mano aggiunse: “Ora, io ho bisogno che questa lettera venga portata  a Garcia”. Rowan si limitò a sorridere , e prese la lettera. Uscì dalla  stanza e partì. Di lì a qualche settimana, Rowan ricomparve davanti  al Presidente, e gli disse: “Ho consegnato la vostra lettera a Garcia,  signore”. Naturalmente, McKinley si fece spiegare come aveva fatto.
Rowan era un vero Esploratore. Il modo con cui assolse la missione  che gli era stata affidata è il modo in cui uno Scout eseguirebbe un  ordine ricevuto: per quanto esso possa sembrare difficile, lo  affronterebbe sempre con un sorriso perché quanto è più difficile,  tanto più è interessante da eseguire. La maggior parte della gente avrebbe fatto un mucchio di domande: come avrebbe dovuto regolarsi, come avrebbero potuto raggiungere la meta dove si  sarebbero procurato da mangiare, e così via. Ma Rowan non fece  così: ascoltò semplicemente che cosa si desiderava da lui, e poi fece  il resto da sé, senza una parola, buttando via con un calcio la sillaba  IM dalla parola IMPOSSIBILE.

B.P. – Scautismo per ragazzi

Che nulla sia impossibile e che dobbiamo adoperarci sempre per realizzare i nostri sogni è qualcosa che sanno bene i ragazzi del Clan, che di sogni ne hanno sempre tanti e che ogni anno si adoperano per realizzarne almeno alcuni. L’anno scorso è stata la route in val Codera quest’anno..beh il sogno è ancora più grande e soprattutto non immediato: partecipare alla rute nazionale RS del 2014 (www. http://www.routenazionale.it/).

Ci siamo iscritti subito, e da subito abbiamo dovuto fare i conti con l’impegno anche economico che una simile impresa avrebbe comportato.
È arrivato quindi il tempo degli autofinanziamenti !!

È arrivata l’ultima domenica di Carnevale, siamo tutti pronti agli ultimi festeggiamenti dolci prima della quaresima, e allora non c’è momento migliore per una bella vendita di torte.

E poiché l’autofinanziamento non è solo una raccolta di denaro tout court, ma è un modo per coinvolgere tutta l’unità nel raccogliere i fondi per fare fronte alle spese di un campo, un’impresa, un’attività, e si realizza attraverso la messa in gioco delle competenze di ognuno, è altresì occasione per vivere insieme una bella attività coinvolgente e perché no, divertente.
Primo passo, scegliere le ricette: non siamo certo pasticceri di professione, quindi qualcosa di semplice ma goloso ed allora eccoci a decidere tra delizia alle mele, crostate sfiziose, torte al cacao, spumose allo yogurt.

Poi è la volta della lista della spesa e dell’assalto ai supermercati dove le commesse ci sorridono benevole quando alla cassa arriviamo con carrelli stracolmi di uova (quasi 200), grossi pacchi di zucchero e farina, e poi latte, burro, yogurt, cioccolato ecc.. ecc..
Armati di tortiere, sbattitori, ciotole  e misurini, eccoci poi divisi in due gruppi, “sequestrare” per un intero pomeriggio una nonna ed una zia  posseditrici  di forni a legna per cotture di grandi quantità, che ci aiutano ad accendere e gestire il forno, e poi un paio di mamme a cui abbiamo invaso le cucine (che da bravi scout prima di andar via abbiamo ripulito con perizia..).
Alla fine della giornata, quando fuori è ormai buio pesto abbiamo sfornato un totale di 70 torte. Ma non abbiamo ancora finito.
Il giorno dopo c’è da togliere le torte dalle teglie, cospargerle di candido zucchero a velo e confezionarle per bene. Allestire un banchetto sul sagrato della chiesa e poi, aspettare l’uscita delle celebrazioni eucaristiche.
A questo punto, genitori e amici ci ricompensano di tutto il lavoro svolto.
E quello che fanno comprando la torta, non è semplicemente acquistarne la materia prima, il lavoro usato per trasformarla e il suo valore aggiunto, quello che fanno va invece al di là della pura legge di mercato e si concretizza nel riconoscere valore economico all’impresa. Riconoscere, cioè, che quanto è stato prodotto ha una sua utilità e che chi l’ha realizzata ha impegnato la propria abilità per farlo.
E soprattutto aiutarci a realizzare un altro sogno.
Grazie e a presto… perché per la route nazionale abbiamo ancora tanto da realizzare, e presto verremo a proporre nuovi autofinanziamenti.