Il Branco va in caccia

AAA Cercasi Mowgli rapito dalle Bandarlog

Cosa ci fa un gruppo di lupi alle otto di domenica mattina davanti la chiesa gi' svegli e trepidanti ???
Ma è chiaro, si stanno preparando per uno degli avvenimenti più importanti dell’anno: la caccia di Kaa!!
Per me è la prima volta che faccio servizio in Branco, ed iniziare con una caccia non è male. Mi sono preparata e documentata (va bè si fa per dire… è che volevo essere pronta, il servizio è una cosa seria….) comunque sono pi\ trepidante dei lupetti...

Prestissimo, subito dopo la messa, ci prepariamo, zainetto in spalla, cappellino ben calcato in testa e giù dentro le macchine dei capi per arrivare nei pressa della misteriosa e bellissima selva di Colfelice, il posto più adatto per un branco scatenato come il nostro...
Trovato il posto, per dare inizio alla giornata con allegria ci prepariamo ai gridi di sestiglia e subito dopo entriamo nel vivo delle attività. Una danza ed un ban per scaldarci e poi uno dei racconti di Bagheera. Che emozione!! Da quanto tempo non sentivo un racconto giungla.

Successivamente divisi per sestiglie d’appartenenza  i lupi vanno nel bosco a cercare un nascondiglio perfetto dove montare un rifugio, utilizzando foglie secche, rami secchi e tutto quello che madre natura mette loro a disposizione. In seguito Akela chiama tutti al cerchio per dare inizio ad un’appassionante alce rossa. Ogni ogni sestiglia va a rifugiarsi nel proprio nascondiglio/tana, con loro una delle tre importanti leggi della natura da nascondere e custodire, non bisogna infatti per permettere alle altre sestiglie di leggerle altrimenti si perde.

Poi arriva il momento di mettersi in cammino nel bosco per trovare un posto perfetto dove trascorrere il resto della giornata. Una volta arrivati a destinazione, Akela fa fare una bellissima attività di osservazione, ovvero scrivere tutto ciò che avevamo incontrato lungo il sentiero e lo so che certamente qualcuno non ci crederà, ma noi abbiamo visto: bestie feroci, cavalieri, formicai giganti, alberi colorati e fiumi di acqua incantata.
Dopo tutto questo movimento, è giunto proprio il momento di gustare un panino, ma che dico uno!  Almeno tre o quattro! Quando il branco è affamato e ci sono pure Akela e Kaa, del pranzo non avanza niente.
Ma ecco che dalla fitta boscaglia escono le cattive ed indisciplinate bandarlog, che senza scrupoli rapiscono Mowgli e saltellando tra gli alberi, lo conducono alle tane fredde, nel loro nascondiglio.
I lupetti preoccupati per il loro amico non possono stare con le mani in mano e si rimettono in cammino per andare a caccia.Lungo la strada incontrano due amici, il primo è Chil l’avvoltoio, che consegna ad Akela la cartina che li condurrà alle tane fredde; il secondo è Kaa, al quale i lupetti procurano il cibo per farsi aiutare nella caccia.
Quindi, dopo un’estenuante cammino, si arriva alle tane fredde, ma le bandarlog sono furbe e sono anche nascoste bene, ma per fortuna, i lupi sono più bravi di loro le scovano in fretta e, a colpi di palline, liberano Mogli che felice può tornare nel branco.
Ma la giornata non è finita perché c’è ancora da fare la verifica, ognuno è pronto a dare la propria opinione sull’avventura appena trascorsa.
Felici di aver passato una bella domenica, torniamo in Chiesa dove tutti ci aspettano per la chiusura e così dopo gridi e qualche avviso di Bagheera, Akela rompe il cerchio e tutti torniamo a casa, forse un po’ stanchi, ma contenti, aspettando con trepidazione la prossima avvenuta.
Vi prego capi, mandatemi ancora col Branco………
Roberta M.