Il Branco alle vacanze invernali

Vacanze invernali con Mary Poppins

dsc00931Il 26 dicembre 2011, dopo un momento comunitario con  reparto, noviziato e clan, siamo partiti per le vacanze di Branco. Eravamo tutti un po’ assonati, io in particolare, non mi ero ancora ripreso dalle feste natalizie. Diretti a Conca della Campania, durante il viaggio abbiamo attraversato il confine tra le due regioni. Quando siamo arrivati a destinazione, abbiamo dovuto scaricare il furgone di gruppo…lo abbiamo fatto noi lupi perché mi sa che ad Akela non glia andava proprio di farlo da solo!

Prima però, sistemazione degli zaini, delle stanze e spiegazione delle regole del campo. Akela ha iniziato il racconto di un brano “zanna bianca” e alla fine la consegna del libretto, nel quale erano scritti: gli orari, (ore 8.00 sveglia, ore 9.30 attività, ore 12.30 pranzo, ore 13.45 siesta, ore 15.00, ore 16.30 merenda, ore 17.00 torneo, ore 19.30 cena, ore 21.00 fuoco e ore 22.30 nanna), il motto, la promessa e tantissimi canti.

Nei cinque giorni a seguire abbiamo svolto tante attività bellissime. L'ambientazione era Mary Poppins,ed il primo gioco era proprio scrivere una lettera ad una baby sitter.

Ed ecco che ad un tratto spunta Mary Poppins che ci ha fatto ascoltare dei suoni e poi ci ha fatto scrivere cosa abbiamo immaginato mentre ascoltavamo ogni suono. Alle ore 12.30 pranzo e dopo il pranzo tutti noi lupetti siamo andati nelle stanze ed i vecchi lupi a preparare il girone di andata del torneo di roverino. Ci aspettavano “grandi partite!”

Nei giorni successivi sempre con Mary Poppins ed alcuni suoi amici come Bert,  abbiamo giocato con la sua giostra magica, abbiamo imparato a vedere da dove tira il vento con una banderuola a forma di gallo realizzata da noi e poi abbiamo imparato a far volare gli aquiloni che Kaa ci ha insegnato a costruire. Siamo andati in uscita nel bosco vicino e alla cascata. Abbiamo riso e cantato tanto.

Abbiamo anche avuto un corso per piccoli soccoritori, attività di disegno, tanti cerchi serali di allegria e scenette, i TG del pomerigigo ocn noi novelli giornalisti, ed anche la promessa di Alessia e le storie di Akela prima di andare a dormire e Bagheera col suo dolce ula ula... E' anche venuto a trovarci Baloo che ha passato un po' di tempo con noi.

"Ma tra tutte le attività, una in particolare mi ha appassionato tantissimo: è stato il favoloso torneo di roverino. Era un torneo che si svolgeva per sestiglie, ma visto che la mia era in minoranza con noi ha giocato un fuoriclasse, anzi un fuori età,  Akela !!!

Tutte le sestiglie giocavano con accanimento perchè chi avesse vinto il torneo avrebbe anche conquistato molti punti per il premio finale del campo.Cosi tra belle giocate, tiri memorabili ed alcuni feriti lievi, il torneo proseguiva partita dopo partita. Nell'ultima partita del girone la mia sestiglia, cioè i grigi, ha dato il meglio di sé, perchè sapevamo che vincendo avremmo vinto il torneo. E così è stato. Abbiamo stravinto con un risultato tennistico 8-0,  lasciando i nostri avversari a bocca aperta. Sul gradino più basso del podio i rossi con 1 solo punto, al secondo posto i neri con sette punti e la medaglia d'oro, conquistando il gradino più alto, è stata per la mia sestiglia, i grigi, con ben nove punti. Indovinate chi è stato il capocannoniere del torneo: orecchie attente sono stato proprio io!!Alla fine però i punti del torneo non ci sono bastati per vincere il premio del campo, una meravigliosa cornice con la foto della sestiglia vincitrice scattata sotto le cascate di Conca, che è andata alla sestiglia Neri."  ci racconta Alessio.

Invece per Lorenzo "l'attività che mia ha colpito di più èstata la costruzione del gallo del vento, perchè Mary Poppins ci aveva detto che se ne sarebbe andata al cambio del vento, e cambiato il vento, Mary ha davvero preparato la sua valigia ed è andata via, ma nel frattenpo il nostro papà aveva capito che era più importante dedicare il tempo libero a noi non a lavorare di più, abbiamo costruito il nostro aquilone e siamo andati al parco ha farlo volare."

E presto è arrivato l'ultimo giono: sveglia, colazione, sistemazione degli zaini, consiglio della rupe e siamo ripartiti. Arrivati davanti il piazzale della nostra chiesa c'erano i nostri genitori ad aspettarci, assieme al reparto e al clan per celebrare tutti insieme la santa messa.

Dopo grande festa in oratorio con tutte le famiglie, alla fine cerchio, consegna del premio e foto di gruppo.

Siamo tornati a casa con tutti i lavori che abbiamo fatto durante il campo: un cavallo, un gallo segnavento, gli aquiloni, e in ricordo per tutti l’ombrello di Mary Poppins. È stata proprio una bella vacanza di branco ed una magnifica esperienza purtroppo è durata poco propongo un campo di quindici giorni, è fantastica questa famiglia!!!

Alessio B. e Lorenzo G.