Caccia di Primavera di Zona

Il branco in caccia con tutti i lupi della zona

Domenica 18 aprile 2010 il branco Mowgli di Roccasecca risponde ad un invito della zona, partecipare alla caccia di priimavera assieme a tutti inostri fratellini e sorelline dei gruppi di Guarcino, Cervaro e Sora. E noi rispondiamo: eccoci pronti per un’altra avventura !!!

Puntuali all’appuntamento con entusiasmo abbiamo atteso in cerchio i lupetti di Cervaro che sono venuti a prenderci in pullman per andare tutti insime a Guarcino, dove dopo un viaggio che a noi è sembrato molto lungo perché non vedevamo l’ora di arrivare, abbiamo raggiunto tutti i branchi della zona. La giornata si è aperta con  gridi di sestiglia e il grande urlo con i quali abbiamo dato inizio alla caccia di primavera.

Dopo una divertente scenetta ambientata su Sherk già si poteva comprendere che tutta la giornata sarebbe stata improntata su tema dell’amicizia. Siamo stati divisi in gruppi di formazione con i nomi delle quattro favole dell’avventura di Sherk: Biancaneve e i sette nani, I tre porcellini, Cappuccetto rosso e Pinocchio. Dopo un lungo e arduo allenamento in cui capeggiati da Sherk abbiamo costruito armi e ci siamo allenati alla giostra medievale,  ci siamo preparati a conquistare il castello del re cattivo che si era impadronito degli scrigni con le nostre favole.

Prima però, poichè anche i grandi cavalieri hanno bisogno di rifocillarsi prima di una battaglia, ci siamo riuniti tutti in cerchio per pranzato e così abbiamo anche avuto l’occasione di conoscere i nostri amici di penna, con i quali siamo in contatto dal Thinking day.

Beh, la fame era ormai placata quindi dovevamo ritornare al castello per terminare la nostra missione, ma non era semplice espugnare il castello, quindi ci siamo dovuti appostare e alla fine siamo riusciti a riappropriarci delle nostre favole. E' stata una bellisssima avventura!!

Per concludere la giornata abbiamo celebrato tutti insime la S. Messa presieduta dal nostro Baloo. Infine tra bacio e abbracci e promesse di continuare a sentirci via posta abbiamo salutato i nostri fratellini e siamo ripartiti per tornare a casa, stanchi ma soddisfatti per la stupenda giornata trascorsa insieme.
Akela